Amministratore delegato: la Top 10 dei più pagati tra le società quotate in Borsa

  Quanto guadagnano gli amministratori delegati incaricati di guidare le maggiori società italiane quotate a Piazza Affari?La classifica dei 10 top manager più pagarti in Italia secondo le …

340 0
340 0

 

Quanto guadagnano gli amministratori delegati incaricati di guidare le maggiori società italiane quotate a Piazza Affari?
La classifica dei 10 top manager più pagarti in Italia secondo le dichiarazioni del 2016.

#1 Flavio Cattaneo (Telecom Italia)
È lui l’ad più pagato tra le grandi società quotate a Piazza Affari. In carica da marzo 2016, nel corso dell’anno il suo stipendio ha raggiunto un totale di 5,256 milioni di euro tra i compenso concordati per 1,032 milioni e vari bonus per 4,224 milioni. Ma non finisce qui: per gli obiettivi raggiunti secondo il piano industriale, a Cattaneo spetta un bonus riscattabile nel 2020, suddiviso in 80% in azioni Telecom e 20% in contanti, di una cifra da record di 10 milioni e 581 mila. In caso di buonuscita, sul conto dell’ad di Telecom arriverebbero oltre 12 milioni di euro.

#2 Sergio Marchionne (FCA)
Nel 2016 Sergio Marchionne ha guadagnato 13 milioni e 646mila euro, di cui 10,6 milioni arrivano dallo stipendio in qualità di ad di FCA e 2,5 milioni da Cnh per il suo ruolo di presidente del cda.

#3 Adil Mehboob-Khan (ex Luxottica)
Ha lavorato solo un mese nel 2016 prima di abbandonare la guida di Luxottica. Tuttavia, lo stipendio è tutt’altro che proporzionato tra la buonuscita da 7 milioni di euro e lo stipendio mensile di 235mila euro.

#4 John Elkann (Exor)
Lo stipendio del 2016 per il rampollo della famiglia Agnelli si è attestato a 6,108 milioni di euro.

#5 Claudio Descalzi (Eni)
La remunerazione totale di Descalzi nel 2016 è stato di 3,779 milioni di euro. 3,120 milioni arrivano dallo stipendio percepito come ad della società, la parte restante è dovuta a bonus e incentivi vari. Uno stipendio invidiabile, nonostante le cattive acque in cui sta passando Eni, che ha chiuso il bilancio 2016 con una perdita record di 1,4 miliardi di euro.

#6 Fedele Confalonieri (Mediaset)
Stipendio salvo per Fedele Confalonieri, nonostante il rosso in bilancio nel 2016 per Mediaset. Il compenso annuale si attesta a 3,477 milioni di euro.

#7 Michele Norsa (ex Salvatore Ferragamo)
L’ex top manager di Ferragamo nel 2016 ha ricevuto uno stipendio, compresa la buonuscita, di 2 milioni e 922 mila euro.

#8 Alberto Nagel (Mediobanca)
2 milioni e 753mila euro nel 2016 per l’amministratore delegato di Mediobanca.

#9 Massimo Vian (Luxottica)
Luxottica di nuovo in classifica: il sostituto di Adil Mehboob-Khan Vian nel corso del 2016 ha guadagnato la bella cifra di 2,296 milioni di euro.

#10 Renato Pagliaro (Mediobanca)
L’unico presidente in classifica, Pagliaro nel 2016 ha percepito un lordo di 2 milioni e 250mila euro.

In this article

Scrivi un commento