Ferrero si espande ancora: acquistata la terza azienda dolciaria Usa

Il colosso italiano della cioccolata rileva Fannie May Confections Brands: la transazione si dovrebbe concludere alla fine del 2017.

150 1
150 1

Ferrero continua a rafforzarsi in Usa, un mercato in cui mise piede con i suoi confetti Tic Tac nel 1969. Dopo avere annunciato in primavera un accordo per l’acquisto del produttore di cioccolata Fannie May Confections Brands, l’azienda fondata ad Alba nel 1946 ha comunicato un’intesa per comprare la terza azienda dolciaria non specializzata in cioccolato più grande in Usa. Lo hanno annunciato nella notte le due aziende.

La transazione, soggetta ai via libera regolatori, dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2017. Il suo valore non è stato comunicato. Il gruppo italiano con vendite globali da oltre 12 miliardi di dollari, una distribuzione in 170 Paesi e una forza lavoro di più di 30mila persone in 53 nazioni compra da un gruppo di private equity (L Catterton) un’azienda con un fatturato annuo che secondo il Chicago Tribune è di oltre 1 miliardo di dollari e che ha le sue radici in un negozio di pasticcini e confetti aperto nel 1908 nel quartiere di Little Italy a Chicago (Illinois), dal panettiere italiano Salvatore Ferrara.

In this article

Scrivi un commento

1 commento

  1.   

    I prodotti dolciari peggioreranno come qualità avvicinandosi al dannoso cibo degli Usa, oppure porteremo qualcosa di meglio dall’italietta? Ho paura che come sono peggiorati, grazie alla globalizzazione, tutti i nostri prodotti nazionali la tendenza non sarà invertita e continueremo mangiare cibo sempre peggiore come qualità e come prezzo. Magari la quantità ,quella sì, negli Usa è maggiore, ma per l’apporto dei sovrappeso.