Anziani e più deboli, in casa l’assistenza la faranno i robot

Le creazioni più innovative nel campo della robotica applicate alla qualità della vita domestica in primo piano alla settima edizione di “Foritaal” (20-23 giugno), il forum italiano sull’Ambient …

1341 1
1341 1

Le creazioni più innovative nel campo della robotica applicate alla qualità della vita domestica in primo piano alla settima edizione di “Foritaal” (20-23 giugno), il forum italiano sull’Ambient assisted living.

Una panoramica sulle più recenti e avanzate tecnologie robotiche per aumentare la qualità di vita tra le mura domestiche, quando l’età o la malattie rendono le persone più deboli: arriva a Pisa, ospitato dalla sede centrale della Scuola Superiore Sant’Anna dal 20 al 23 giugno, la settima edizione di “Foritaal”, il forum italiano sull'”Ambient assisted living”.

L’iniziativa è promossa e coordinata dalla Scuola Superiore Sant’Anna, con l’Associazione italiana Ambient Assisted Living. Salute e benessere, prevenzione e riabilitazione, teleriabilitazione e teleassistenza, tecnologie per assistenza e robotica, design di interfacce tra uomo e macchina, proposte per l’invecchiamento attivo, modelli sostenibili di finanziamento e di business, riflessioni etiche saranno al centro di questo appuntamento ospitato (non a caso) dall’ateneo che ha coordinato il progetto europeo Robot-Era, culminato con i tre robot per l’assistenza personale. Il forum vuole approfondire e diffondere la sensibilità di scienziati, ricercatori, rappresentanti di enti e imprese per le tematiche connesse all'”Ambient assisted living”, l’insieme delle tecnologie che permettono a una semplice abitazione di trasformarsi in una casa smarte.

Queste tecnologie sono presentate come un approccio innovativo e integrato, utile a rispondere alle sfide sociali ed economiche dovute al progressivo invecchiamento della popolazione, favorendo così la migliore fruizione di prodotti e servizi ad alto impatto tecnologico. Il forum è l’occasione per mettere in mostra le tecnologie e i progetti italiani, dinanzi a relatori e partecipanti di rilievo internazionale, che si occupano di ricerca nell’ambito di tecnologie abilitanti per il benessere, per l’invecchiamento attivo e per l’assistenza remota di persone fragili.

Il denso programma del “Foritaal” è un’occasione importante di confronto per i giovani ricercatori e per prendere atto del processo di trasferimento e accrescimento della conoscenza nell’ambito di queste tecnologie domotiche. A tale scopo saranno promosse tavole rotonde e momenti di confronto.

Il forum è preceduto dalla terza edizione della scuola ”Foritaal”, prevista tra il 20 e il 21 giugno, presso l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, a Pontedera. La scuola è dedicata a studenti, ricercatori ed operatori, coinvolti in una giornata di lezioni teoriche e in una di incontri pratici, per approfondire le metodologie e le tecnologie avanzate per l'”Ambient Assisted Living”. Nell’ambito del ciclo di lezioni pratiche, un’importante occasione di confronto arriva dalla partecipazione di rappresentanti di aziende tra cui si segnala St Microelectronics, che gestirà un momento formativo sui ”microcontrollori” e sul ”internet delle cose”.

Entro domenica 20 marzo sarà possibile presentare gli articoli e i contributi scientifici, per la parte più accademica del forum, che prevede anche l’assegnazione di riconoscimenti.

In this article

Scrivi un commento

1 commento

  1.   

     
     
     Il padre dei robot antropomorfi, il giapponese Hirochika Inoue ha detto che ” la vita è destinata ad essere supportata dai robot, di aspetto e dimensioni simili a quelle umane”
    Quanta tristezza nell’osservare la foto! Una vita che volge al termina e come compagnia tuttofare un bel robot.